Ricaricare Postepay: tutte le modalità

Modalità e costi di ricarica di PostePay

La carta può essere ricaricata fino al raggiungimento del plafond di € 3.000,00 e la somma è disponibile sulla carta lo stesso giorno di ricarica.

La carta può essere ricaricata anche da persona diversa dal titolare indicandone il nome e il numero della carta.

La ricarica può essere effettuata attraverso i seguenti canali ai costi indicati.

Allo sportello presso una dei 14.000 uffici postali di Poste Italiane:
- in contanti, con una carta Postamat Maestro o da un’altra carta Postepay – € 1,00.

Da ATM Postamat:
- con carta Postamat Maestro, da un’altra carta Postepay o con Inps Card – € 1,00;
- con una carta di pagamento circuito Visa, Visa Electron, MasterCard o Maestro (modalità temporaneamente sospesa) – € 3,00.

Sul sito www.poste.it dalle ore 6:00 alle ore 23:30:
- con addebito sul conto BancoPosta o da un’altra carta Postepay – € 1,00.

Da una SIM PosteMobile:
– € 1,00.

Presso le ricevitorie SISAL:
- solo dal titolare della carta e solo in contanti fino a € 1.000,00– € 2,00.

Presso i tabaccai collegati a Banca ITB:
- solo in contanti fino a € 1.500,00 – € 2,00.

Tutte le ricariche effettuate nei primi 30 giorni dall’attivazione di una nuova carta sono gratuite.

Per tutte le altre caratteritiche e modalità di rilascio e utilizzo di Carta PostePay leggi la pagina Carta PostePay.

I dati riportati in questa esposizione sono tratti dai fogli informativi e dalle pagine di presentazione di Carta PostePay presenti sul sito di Poste Italiane. Le condizioni qui indicate si riferiscono al momento dell’elaborazione di questa pagina e potrebbero nel frattempo essere cambiate anche in modo significativo, si raccomanda pertanto di verificarle andando sul sito della banca oppure informandosi in agenzia.